186

impianti di depurazione

742.716

potenzialità di trattamento complessiva di abitanti equivalenti

Fiore all’occhiello delle infrastrutture è certamente il servizio di depurazione che copre 139 Comuni per 437.227 residenti.

Il tasso di copertura del servizio è dell’89%, contro una media nazionale del 70% ed una regionale dell’83% (Fonte: Bluebook 2009) con l’obiettivo di salire al 92% entro il 2016.

Il servizio è garantito tramite 172 depuratori di piccole dimensioni (capacità inferiore a 10.000 abitanti equivalenti), 12 di medie dimensioni (capacità compresa tra 10.000 e 100.000 abitanti equivalenti) e 2 impianti di grandi dimensioni (capacità di trattamento oltre 100.000 abitanti equivalenti).

Altrettanto buoni sono i livelli di efficienza dei depuratori, che abbattono mediamente l’85% degli inquinanti organici e l’80% dei nutrienti minerali (azoto e fosforo, responsabili dei fenomeni di eutrofizzazione - iper crescita algale - di fiumi e mari) ed assicurano con costanza la riduzione di metalli, solventi, pesticidi e tensioattivi al di sotto dei più restrittivi standard ambientali.

Tutti gli inquinanti rimossi sono trasformati in azoto, innocuamente liberato in atmosfera, e fango di qualità tale da poter essere riutilizzato come ammendante in agricoltura per il 69% o smaltito come rifiuto non pericoloso per il rimanente 31%.