Bonus Sociale Idrico

Bonus Sociale Idrico

Con la delibera 897/2017/R/idr, modificata dalla delibera 227 del 05/04/2018, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente  (ARERA) ha introdotto il bonus sociale idrico.

La richiesta del bonus idrico dovrà essere presentata (analogamente  a quella per il bonus elettrico e/o gas) al Comune di residenza (o ai Caf delegati dal Comune) a partire dal 1° luglio 2018, e consentirà al richiedente di vedersi riconosciuto un importo una tantum retroattivamente dal 1° gennaio.

Possono accedere al bonus idrico le famiglie in condizioni di disagio economico, con ISEE inferiore ad Euro 8.107,50, estensibile a Euro 20.000,00 se vi sono almeno quattro figli fiscalmente a carico.

Lo sconto sulla bolletta ammonta a 18,25 metri cubi all’anno per ciascun componente del nucleo familiare (ossia 50 litri al giorno, quantitativo minimo vitale stabilito dalla legge).

Per chi è intestatario del contratto di fornitura dell’acqua (utente diretto) lo sconto sarà evidenziato in bolletta; per chi abita in condominio (utente indiretto) il bonus verrà accreditato dal gestore in un’unica soluzione.